ALTERNANZA SCUOLA LAVORO - AL CERN CON I RICERCATORI

IMG 20180314 140320

Ciò è stato possibile grazie all’iniziativa Masterclass, riservata alle scuole superiori e coordinata in Italia dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), che vede la partecipazione di diversi atenei Italiani, tra cui l’Università di Genova.

I ragazzi, tutti frequentanti le classi quarte dell’Istituto (Sara Piccioli, Aurora Manfredi, Simone Morgantini, Giorgia Benassi, Marina Donati, Andrea Pezzica, Luca Polselli, Filippo Menconi, Andrea Pelliccia, Tommaso Baroni) si sono recati a Genova accompagnati dal Prof. Luca Angeloni ed hanno assistito nella prima parte della giornata ad una lezione in cui i ricercatori hanno spiegato in cosa consiste il Modello Standard delle particelle elementari, quali sono gli esperimenti condotti al Cern di Ginevra e come è stato possibile rivelare il bosone di Higgs; i ricercatori hanno inoltre fornito le nozioni di base per poter eseguire, nel pomeriggio, due esercitazioni pratiche. Nella prima i ragazzi sono stati chiamati a riconoscere, utilizzando dati reali registrati dal rilevatore ATLAS e visualizzati attraverso uno specifico software (MINERVA), le particelle create nelle collisioni tra i protoni fatti circolare nell’LHC del Cern: in base alle spiegazioni fornite era possibile riconoscere le “firme” rilasciate da elettroni, positroni, fotoni, muoni e antimuoni nei rilevatori, nel calorimetro elettromagnetico e nel calorimetro adronico di ATLAS. Inoltre era possibile stabilire se nella collisione si erano generati anche gli “inafferrabili” neutrini che non lasciano tracce nei rilevatori ma la cui presenza è deducibile in base ai principi di conservazione.

La seconda esercitazione riguardava invece i bosoni W (le particelle mediatrici dell’interazione debole), particelle che possono essere prodotte in diversi modi nella collisione protone-protone e che decadono immediatamente dopo la loro produzione. Gli alunni hanno distinto gli eventi di segnale dagli eventi di fondo e, dopo aver escluso questi ultimi, determinato il processo responsabile dell’evento in base ai prodotti di decadimento: di particolare importanza era vedere se il decadimento poteva essere un WW, dato che questo può essere associato a sua volta al decadimento del bosone di Higgs. Per finire, i ragazzi si sono collegati in videoconferenza con i ricercatori del CERN di Ginevra per discutere i risultati ottenuti e porre ai ricercatori domande e curiosità.

 

Joomla templates by a4joomla